Header Ads

North Sentinel: l'unica isola inesplorabile del pianeta



È un dato di fatto: non sono molti i posti inesplorati rimasti sulla mappa. Anche l'esploratore più avventuroso non correrà mai il rischio di imbattersi in una civiltà che non ha ancora sperimentato il mondo moderno. Beh, a meno che non vi troviate nel Golfo del Bengala. Basta dirigersi verso l'isola di North Sentinel per mettersi in contatto con le ultime persone che ancora non hanno mai avuto contatti con il mondo odierno - ma è meglio stare attenti.

Un'isola nel tempo

Come fa una popolazione insulare a sopravvivere nel XXI secolo senza mai imbattersi in una moderna Magellano? In pratica, tenendo a bada qualsiasi aspirante "esploratore" con archi, frecce e lance. Gli abitanti di North Sentinel Island sono riusciti a mantenere il loro angolino dell'Oceano Indiano libero da intrusi per tutto il tempo in cui hanno vissuto lì - circa 60.000 anni. E non perché loro o la loro isola siano sconosciuti. L'isola di North Sentinel si trova negli scritti di Marco Polo (anche se gli storici moderni dubitano che vi sia mai approdato) e ogni tre-cinque decenni una nave tende a trovarsi sulla riva dell'isola, di proposito o per caso. Oggi il governo indiano riconosce l'isola come un'entità sovrana e si sforza perlasciarla indisturbata.

Uno dei primi incontri deliberati con la gente dell'isola che gli inglesi chiamarono i Sentinelese risale al 1880, e potrebbe spiegare perché da allora gli abitanti dell'isola sono così ostili con gli estranei. Guidata dall'antropologo M.V. Portman, questa spedizione si è conclusa quando i ricercatori europei hanno rapito una coppia di anziani e quattro figli per "studiarli". Per peggiorare le cose, molte di queste sfortunate vittime sono morte poco dopo per via della malattia.

Anche prima del viaggio di Portman, però, i Sentinelese non erano particolarmente accoglienti. Tredici anni prima dell'incidente del 1880, una nave mercantile indiana chiamata Ninevah fu distrutta sulle scogliere circostanti e, dopo tre giorni di naufragio sulla spiaggia, furono assaliti dalla giungla. Qualcosa di molto simile accadde nel 1981, quando la nave mercantile Primrose si incagliò sulla barriera corallina. L'equipaggio tenne a bada i Sentinelese con armi improvvisate. Tuttavia, vennero salvati dopo circa una settimana in elicottero.

L'unico contatto riuscito arrivò nel 1991, quando l'antropologo TN Pandit finalmente interagì con loro dopo due decenni di osservazione a distanza. Ma i Sentinelese non ti vogliono ancora lì. Nel 2006, due bracconieri sono stati uccisi quando dopo aver rotto la quarantena dell'isola, si sono scontrati con i suoi abitanti.

Immagini dei temi di nicolas_. Powered by Blogger.