Header Ads

Gli ISO: cosa sono e a cosa servono?




Introduzione alle impostazioni ISO nella fotografia
Riceviamo regolarmente domande come queste sull'ISO:

Che cos'è l'ISO e perché è importante? Qual è l'impostazione migliore da scegliere? Devo sempre scegliere il valore più basso?

In questo breve tutorial voglio rispondere ad ogni domanda a turno. Iniziamo con una definizione di ISO.

Che cos'è l'ISO?
ISO nella fotografia tradizionale/film
Nella fotografia tradizionale (a pellicola) ISO (o ASA) era l'indicazione di quanto fosse sensibile una pellicola alla luce. Viene misurato in numeri (probabilmente li avete già visti su pellicola - 100, 200, 400, 800, ecc). Minore è il numero, minore sarà la sensibilità della pellicola e più fine sarà la grana nelle riprese.

ISO nella fotografia digitale
Nella Fotografia Digitale ISO misura la sensibilità del sensore di immagine.

Si applicano gli stessi principi della fotografia su pellicola: più basso è il numero, meno sensibile sarà la fotocamera alla luce e più fine sarà la grana.

I numeri più alti significano che il sensore diventa più sensibile alla luce, consentendo di utilizzare la fotocamera in situazioni di oscurità. Il costo per farlo è più grana (anche se le telecamere sono in costante miglioramento e oggi molti sono in grado di utilizzare le impostazioni ISO elevate ottenendo immagini molto utilizzabili).

Un esempio di una situazione in cui si potrebbe scegliere un ISO più alto è fotografare un evento sportivo indoor in cui la luce è scarsa e il soggetto si sta muovendo velocemente. Scegliendo un ISO più alto è possibile utilizzare un tempo di posa più veloce per congelare il movimento.

Impostazioni ISO e grana

Come già detto, il costo della scelta di impostazioni ISO più elevate è che si inizia ad ottenere una grana o un rumore più elevati nelle immagini, salendo troppo con i valori.


ISO 100 è generalmente accettato come ISO "normale" o "standard" e vi regalerà dei bei scatti (con poco o nessun rumore / grana).

La maggior parte delle persone tendono a mantenere le loro fotocamere digitali in modalità "Auto", dove la fotocamera seleziona l'impostazione ISO appropriata a seconda delle condizioni in cui si sta scattando (cercherà di mantenere il valore più basso possibile).

Quando si raggira la fotocamera e si sceglie una ISO specifica, si noterà che questo influisce anche sull'apertura e sulla velocità dell'otturatore necessaria per uno scatto ben esposto. Ad esempio, se modifichiamo l'ISO da 100 a 400, si noterà che è possibile scattare con tempi di posa più elevati e/o aperture più piccole.
Immagini dei temi di nicolas_. Powered by Blogger.