Header Ads

Perché i filtri UV sono sostanzialmente inutili con le fotocamere moderne

Inizio con una domanda controversa: Cosa fanno esattamente i filtri UV? Un filtro che blocca i raggi UV, (da non confondere con un filtro passa-banda UV, che ha la funzione opposta) è forse il filtro per lenti più "standard" in circolazione. Viene venduto insieme ad ogni kit di filtri per principianti, insieme a polarizzatori e filtri ND, e a volte viene spedito addirittura insieme alla macchina fotografica.


Il filtro in sé è abbastanza elementare: Si tratta di un filtro che blocca i raggi UV. Ma, cosa significa, e perché dovremmo voler bloccare i raggi UV? Le lenti stesse hanno molti elementi in vetro e rivestimenti che bloccano la luce Ultravioletta. Inoltre, ogni modello di fotocamera digitale lascia la fabbrica con un pezzo di vetro bluastro-verde  preinstallato sopra il sensore, che ha il medesimo scopo. Questo vetro è insufficiente? Abbiamo davvero bisogno di ulteriore aiuto per correggere la contaminazione da luce UV?


La maggior parte delle persone che hanno usato casualmente un filtro UV probabilmente non sono in grado di distinguere le differenze tra le loro foto con e senza il filtro aggiuntivo.

Molti affermano di utilizzare un filtro UV solo per proteggere il loro obiettivo, il che potrebbe anche avere un senso. Uno strato di vetro trasparente positionato tra il mondo esterno e un obiettivo da oltre 1.000 euro potrebbe suonare come un'assicurazione a buon mercato. 

Ora, la maggior parte dei fotografi continueranno ad insistere proprio sul fatto che la motivazione principale del loro utilizzo è la protezione dell'obiettivo, ma i produttori di filtri UV affermano chiaramente che sono progettati per fermare la luce UV. La protezione dell'obiettivo è in gran parte rivendicata come un vantaggio secondario. Quale è dunque la base scientifica per l'utilizzo di un filtro in vetro trasparente per eliminare l'influenza della luce UV con le moderne macchine fotografiche?


Nel complesso la maggior parte dei filtri UV non impedisce alla luce aggiuntiva di raggiungere il vostro sensore, il vostro sensore sta già filtrando la luce UV in modo più aggressivo rispetto ai tipici filtri UV che è possibile trovare in commercio. Il che rende il vostro filtro UV un semplice pezzo di vetro trasparente.


C'è, tuttavia, qualche combinazione che potrebbe fare una piccola differenza. Un filtro UV molto aggressivo con un punto di taglio di 420 nm potrebbe essere d'aiuto sulle fotocamere Sony o Canon che generalmente hanno filtri UV leggermente più deboli rispetto a Nikon, Fuji e Pentax. A seconda del modello specifico, la Nikon o un altro modello potrebbe anche avere un filtro UV interno più debole e potrebbe beneficiare leggermente della filtrazione UV supplementare.

I filtri UV standard sono mai serviti a qualcosa?

A questo punto potreste domandarvi: se i filtri UV non servono a nulla su una moderna reflex, sono una truffa? Sono mai serviti a qualcosa? La risposta è certamente! Nella fotografia cinematografica, ad esempio la luce UV può diventare un gran problema. Anche nei primi tempi del digitale, molte fotocamere non filtravano bene gli UV a livello di sensore e i filtri UV risultavano di grande aiuto. 

Sperando di avervi schiarito le idee vi lascio una lista contenente alcune fotocamere che hanno uno scarso filtraggio degli UV:









Powered by Blogger.