Header Ads

Olympus si ritira dal mercato delle fotocamere

Nel corso dell'ultimo anno abbiamo raccolto una serie di pettegolezzi e smentite a riguardo, ma ora è ufficiale: Dopo ben 84 anni di attività, Olympus, uno dei marchi più rispettati al mondo, ha deciso di ritirarsi dal mercato delle fotocamere.


In un avviso pubblicato sul suo sito web, Olympus ha annunciato di aver firmato un memorandum d'intesa per la vendita della sua divisione fotocamere a Japan Industrial Partners (JIP), la stessa società di investimento che ha acquisito il business dei PC VAIO di Sony nel 2014.

Olympus e JIP intendono firmare un accordo giuridicamente vincolante entro il 30 settembre.



Olympus è entrata  nel settore delle fotocamere nel 1939, con la Semi-Olympus I che utilizzava il primo obiettivo Zuiko. Nei decenni successivi, l'azienda ha prodotto molti modelli di fotocamere popolari, tra cui la Pen nel 1959 e il sistema reflex 35mm OM 35mm che gareggiavano contro fotocamere del calibro di Canon e Nikon.

Ma negli ultimi anni, i produttori di fotocamere come Olympus hanno passato momenti difficili, poiché l'ascesa delle fotocamere per smartphone ha fatto precipitare il mercato delle fotocamere standalone. Con il fallimento del suo business delle fotocamere, Olympus è diventata sempre più dipendente e ha deciso di concentrarsi sulla produzione di dispositivi medici.


Non è stato d'aiuto il fatto che nel 2011, l'amministratore delegato licenziato da Olympus ha rivelato che l'azienda ha usato le acquisizioni per nascondere decenni di perdite, scatenando un grande scandalo aziendale che ha macchiato il rispettabile marchio.

Secondo Olympus, JIP potrebbe essere in grado di rendere il business delle fotocamere Olympus più "compatto, efficiente e agile" per raggiungere una "crescita auto-sostenibile e continua".

La OM-D e la ZUIKO continueranno a vivere grazie a questa acquisizione e la nuova società gestita da JIP sarà responsabile di tutta la ricerca, lo sviluppo e la produzione delle fotocamere e degli obiettivi.



Powered by Blogger.