Header Ads

Photog: Canon mi ha abbandonato perché non ho 50K followers su Instagram


Quanto è importante nella fotografia commerciale avere un grande seguito su Instagram ? A volte può essere molto più importante di quanto si possa pensare. La fotografa Yvette Roman racconta di aver perso un lavoro riguardante una campagna pubblicitaria per Canon perché non aveva 50.000 follower su Instagram.

Roman ha da poco terminato un'intervista con la piattaforma online di formazione imprenditoriale The Futur nella quale racconta la storia di un fotografo professionista nel mondo di oggi. Al minuto 17,5, condivide con noi la storia della più grande perdita lavorativa della sua carriera.

Parliamo di follower e follower che contano.  Stavo per ottenere un lavoro pazzesco - quello che sarebbe stato il più grande lavoro della mia carriera, commercialmente parlando. Vi dico solo: con Canon. Dovevo realizzare una campagna pubblicitaria per loro. Ho ottenuto il lavoro, è stato incredibile. E poi letteralmente 20 minuti dopo, dopo che avevo già iniziato a fare telefonate per iniziare a formare lo staff, mi chiamarono e mi dissero: "Oh mio Dio, non possiamo assumerti".

E io ho chiesto: "Perché?".

E mi hanno risposto: "Perché non hai 50.000 follower su Instagram".

Roman, che attualmente conta circa 1.000 seguaci di Instagram era comprensibilmente confusa, in quanto le era stato originariamente detto che il suo lavoro e il suo stile sarebbero stati perfetti per questo incarico. Ma è stata informata che si trattava di una decisione HR piuttosto che creativa.

"All'inizio, ho pensato: 'Ok, mi arrendo, questo è tutto, ho finito'", dice Roman. "Non voglio mai più vedere una macchina fotografica. Questo è tutto.".

Ma Roman ora vede questa esperienza come un campanello d'allarme verso l'adattamento.

Per quanto non ci guadagni niente vi invito a visitare il suo profilo Instagram: https://www.instagram.com/yvetteromanphoto e perché no, qualora vi dovesse piacere lasciatele un follow. :)
Immagini dei temi di nicolas_. Powered by Blogger.