Header Ads

Come fotografare la Via Lattea in dodici mosse


1. Trova un cielo buio
Aspetta fino a che non farà buio. Un cielo buio e privo di inquinamento luminoso è il primo e più importante requisito per vedere la Via Lattea, per non parlare di fotografarla. Preparatevi a percorrere una distanza considerevole, altrimenti si corre il rischio che le luci della città disturbino i vostri scatti. La luna può avere un impatto simile sulle tue foto della Via Lattea; scattare durante la luna piena rovina le tue foto. Prova a fotografarla durante una luna nuova.

2. Sapere dove e quando guardare
La parte della Via Lattea più facilmente visibile ad occhio nudo non è visibile tutto l'anno, soprattutto per quelli dell'emisfero nord dove da febbraio a settembre sono i periodi ottimali. Il soggetto celeste si trova nella metà meridionale del cielo, che si innalza da ovest. I residenti nell'emisfero australe possono avere un leggero vantaggio a questo proposito, in quanto le parti centrali della Via Lattea possono essere viste in alto.

3. Utilizzare una fotocamera digitale con buone capacità ad ISO elevati
Di notte scatterete in condizioni di scarsa luce; volete che il sensore della fotocamera sia in grado di gestire le condizioni di ripresa senza introdurre una quantità eccessiva di rumore. Una fotocamera full-frame è preferibile, ma non certo una necessità.

4. Utilizzo di un obiettivo grandangolare veloce
Si dovrebbe lavorare con un obiettivo con un'apertura massima di almeno f/2.8; più veloce è meglio. Non è che siate completamente sfortunati se il vostro obiettivo più veloce è f/3.5 o giù di lì, ma avrete più di una sfida tra le vostre mani dal momento che l'obiettivo non sarà in grado di catturare molta luce. Lo stesso principio si applica alla lunghezza focale. Più ampio è l'obiettivo, maggiore sarà l'area catturabile.

5. Utilizzare un treppiede
Questo è d'obbligo

6. Utilizza Live View
Per evitare il mal di testa cercando di mettere a fuoco al buio, utilizzare la funzione di visualizzazione dal vivo della fotocamera per mettere a fuoco manualmente su una stella luminosa. In alternativa, è possibile utilizzare i segni della distanza sull'obiettivo (se presenti) per impostare la distanza iperfocale.

7. Iniziare con ISO 3200
Tornando al primo punto, un ISO alto è essenziale per catturare abbastanza luce ed ottenere un'immagine luminosa della Via Lattea. In condizioni tipiche, ISO 3200 è un buon punto di partenza. In base alla qualità delle altre impostazioni della fotocamera, è possibile aumentare o diminuire il livello partendo da lì.

8. Impostazione di un tempo di posa lungo
In questo modo si cattura più luce e si crea un'esposizione sufficientemente chiara. Tuttavia, c'è un solo problema. Al pianeta non importa se sei nuovo in astrofotografia, ma continuerà a ruotare, il che significa che se si lascia l'otturatore aperto per troppo tempo, le stelle diventeranno nient'altro che linee. 

9. Impostare un'apertura ampia
Ricordate, si tratta di raccogliere quanta più luce possibile; la profondità di campo non è la preoccupazione principale in questo caso. Quindi utilizzeremo sempre il valore più basso consentito dall'obiettivo

10. Comporre lo scatto 
Non c'è un modo giusto o sbagliato di comporre il tuo scatto, ma puoi creare un senso di profondità inquadrandolo un semplice paesaggio a cui aggiungere la Via Lattea come sfondo. Solo perché è buio non significa che dobbiamo dimenticare il primo piano, però, è possibile aggiungere interesse alla vostra scena, includendo colline o montagne, alberi, formazioni rocciose, o anche una persona. Sperimenta tutto quello che vuoi.

11. Ottenere un'esposizione soddisfacente
È molto probabile che il tuo primo scatto non abbia un'esposizione che ti soddisfi (se non sei soddisfatto della messa a fuoco o della composizione, regola queste cose prima di passare a preoccuparti dell'esposizione). Se l'esposizione non è "giusta", dovrete identificare il problema e lavorare da lì. Se c'è troppo rumore, è sufficiente diminuire l'ISO. Se lo scatto è sovraesposto, controllare l'ambiente circostante per verificare l'inquinamento luminoso, diminuire la velocità dell'otturatore, arrestare l'obiettivo o diminuire l'ISO. Se è sottoesposta, assicurarsi di utilizzare l'apertura più ampia sull'obiettivo; aumentare la velocità dell'otturatore (ma fare attenzione alla formazione di tracce stellari); aumentare l'ISO.

12. Elaborazione
Ci saranno molte variazioni in questa fase finale e, ancora una volta, non c'è un modo giusto per gestire la post-elaborazione dei tuoi scatti. Potrebbe essere necessario applicare un po' di nitidezza e riduzione del rumore. Secondo alcune fonti, la temperatura del colore della Via Lattea è di circa 4840°K; se la trovate troppo gialla/arancione, regolate il bilanciamento del bianco fino ad avere una scena neutra. Sicuramente sarà necessario aumentare il contrasto. Se il software di editing che si sta utilizzando consente regolazioni delle curve, fatene uso, come si può essere più precisi con il vostro lavoro. Supponendo di avere una buona esposizione in-camera non si dovrebbe avere a giocare con il cursore dell'esposizione troppo

Immagini dei temi di nicolas_. Powered by Blogger.